PAOLO LOVA

Andar per manoscritti

Nei Castelli, nelle Abbazie, nelle Corti

 

 Ensemble Canavisium Moyen Age

 

Lorena Borsetti – viella da gamba

Paolo Lova – liuti

Tiziano Nizzia – organo, symphonia, armonium

 Attraverso brani musicali tratti da alcuni dei manoscritti medioevali più importanti tratti da Cantigas de Santa Maria, Livre Vermeil, Laudario di Cortona, Codice Magliabechiano, Codex Calixstinus, Oxford Bodleian Library, London British Library, Faenza Codex, e da codici di polifonisti fiamminghi del XV secolo si ascolteranno danze, ballate e canti delle colte e fastose corti europee, presso le antiche famiglie nobili dove menestrelli, trovatori, trovieri esercitavan l’arte del suonare, cantare e recitare.Si passerà dall’ antica monodia alle forme più complesse dei più tardi contrappunti polifonici secondo un percorso che le sonorità degli strumenti storici sapranno rievocare, trasportando l’ascoltatore in un mondo di suoni la cui estetica ha rappresentato e rappresenta la nostra storia.Non possiamo non riconoscere la musica quale componente intrinseca dell’anima umana. Del resto, tale modo di concepire la disciplina musicale va fatto risalire alle teorie di Pitagora e alla concezione platonica dell’armonia del mondo. Le dottrine pitagoriche e platoniche erano ampiamente conosciute e apprezzate da Greci e Romani; e furono poi assimilate dalla cultura medievale, la quale poté conoscerle soprattutto grazie all’opera di Severino Boezio, De institutione musica.

In questa specie di manuale tecnico, la musica è suddivisa in tre categorie principali: musica instrumentalis, musica humana, musica mundana. La prima categoria si riferisce alla musica comunemente nota quale arte dei suoni; la seconda, invece, ha per oggetto l’armonia dell’anima umana, la quale, per raggiungere un alto grado di perfezione deve essere principalmente accordata con se stessa. Infine, la musica mundana è l’armonia dell’universo, che può essere pensata come tale solo mediante l’anima umana, in quanto questa contiene in essenza il suo archetipo.

 CANTIGAS DE SANTA MARIA

A que por muy

Santa Maria strela do dia

Santa Maria amar

 

LIVRE VERMEIL

Stella Splendens

 

CANTIGAS DE SANTA MARIA

77 – 119

 

MANOSCRITTO DI LONDRA

Parlamento

 

CANTIGAS DE SANTA MARIA

Como Poden

FRANCESCO LANDINI

Questa Fanciulla

 

LIVRE VERMEIL

Imperayritz

 

ANONIMO

De hors Lonc

 

ANONIMO

Ahi Amours

 

FRANCESCO LANDINI

Echo La Primavera

 

REAL MONASTERO DE L’ESORIAL

Non è Gran Causa

 

CANTIGAS DE SANTA MARIA

Tanto Sonda Gloriosa

 

JACOPONE DA TODI

Troppo Perde Il Tempo

 

CANTIGAS DE SANTA MARIA

Des Oge Mais

 

ROMAN DE FAUVEL

Favellandi Vicium

 

CANTIGAS DE SANTA MARIA

Par Nos De Dulta Tirar

 

CARMINA BURANA

Iubilemus Regi Nostropage0003

PER INFORMAZIONI :

http://www.facebook.com/paolo.lova?fref=ts

http://www.navigliopiccolo.it/Default.aspx?tabid=215

  • Banchettare ai suoni del medioevo

  • Musiche francesi, italiche, spagnole e tedesche, accompagnano le portate.

  • “E come a buon canto buon citarista fa seguitar lo guizzo della corda in più che di piacer lo canto acquista” – Paradiso, XX, 142-144 –
    Vediamo chi vorrebbe fare un salto nel tempo con noi….. giusto il tempo di una cena…. http://www.ostellolavese.it

 

Con Paolo Lova

305870_562016300509491_1240394400_n

 

 

Annunci